Aggiungere ed editare le pagine

Introduzione

Questo capitolo del manuale spiega come lavorare con il sito per mantenerlo aggiornato. È probabile che non tutte le funzionalità descritte qui siano a vostra disposizione: come spiegato nel capitolo precedente, spetta al responsabile del sito la decisione di quali privilegi assegnare a ciascun amministratore.

Lavorare con le tabelle

Il Sar-At comunica la maggior parte delle informazioni nella forma di una tabella, come quella che si vede qui sotto. Ogni riga della tabella presenta una informazione.

Una particolare tabella può mostrare dati relativi ai visitatori del sito, una seconda le pagine di una sezione, una terza le regole di selezione delle notizie che finiscono in prima pagina - insomma, il contenuto può essere molto differente di caso in caso - ma tutte rispondono nello stesso modo ai nostri ordini e ci permettono di navigare all'interno dei dati.

Numero di righe nella tabella

Nella ultima riga in basso, su fondo grigio, la tabella ci riassume cosa stiamo guardando. Per esempio, considerate questa intestazione: pagina 6 su un totale di 66, righe da 51 a 60 su un totale di 659.

Stiamo osservando le pagine della sezione "articoli" del nostro sito. Il computer ha in linea 659 differenti pagine ma ne sta mostrando soltanto dieci.

La prima cosa che possiamo modificare, se disponiamo di un buon monitor, è il numero di righe che il calcolatore mostra in ciascuna tabella. Basta usare il menu in basso a sinistra, vicino alla lente d'ingrandimento. Non siamo obbligati a scegliere una dimensione perfettamente adatta al nostro monitor, però: è possibile indicare un numero più grande. A questo punto vedremmo solo una parte della tabella a video.

Torniamo a considerare la scritta pagina 6 su un totale di 61, righe da 51 a 60 su un totale di 659. Se il computer mostra gli articoli dieci alla volta, e se ce ne sono 659 in tutto, sono necessarie 66 pagine: sessantacinque che mostrano dieci articoli ciascuno e l'ultima che ne mostra nove. Possiamo sfogliare queste pagina usando i pulsanti |<, <, > e >|, oppure digitare nel box il numero della pagina che di interessa (per andare alla metà dell'elenco di 66 pagine scriveremo 33).

Cosa succede se, mentre stiamo sfogliando gli articoli, un nostro collaboratore ne inserisce un altro in Sar-At? In questo caso gli articoli diventano 660: per vederli tutti compreso il più recente basta cliccare l'icona del mondo circondato da frecce ricurve che, qui come altrove in Sar-At, significa "aggiorna la schermata".

Manipolazione per colonne - ordinamento

La maggior parte dei titoli di colonna è sottolineata e cliccabile. Quando clicchiamo il titolo di una colonna, la tabella si ripresenta con i dati ordinati secondo quel criterio.

Se ho davanti a me un catalogo di prodotti gastronomici e desidero editare la pagina relativa all'abbacchio, so di trovare questa voce ai primi posti nell'ordine alfabetico e quindi posso lavorarci immediatamente. Faccio clic sulla colonna "titolo" per garantirmi che tutti i prodotti siano mostrati in ordine di nome e il gioco e fatto. Se invece debbo fare cambiamenti alla scheda della zuppa inglese, allora so che si troverà verso la fine nell'ordine alfabetico: mi basta un secondo clic sulla colonna "titolo". Dunque, se prima stavamo guardando le schede in ordine A-Z, dopo aver fatto clic per la seconda volta li vedremo in ordine Z-A. L'ordinamento inverso è utilissimo quando stiamo lavorando con le date. Ci permette di trovare subito gli inserimenti più recenti eccetera.

Se le righe sono ordinate secondo il titolo, dalla A alla Z, vedrò l'intestazione della colonna Titolo così: . Notate il triangolo con la punta in alto. Se le righe sono ordinate in ordine inverso, dalla Z alla A, vedrò il triangolo con la punta verso il basso. Se è stata scelta un'altra colona per l'ordinamento, il triangolo non appare e il fondo diventa più chiaro.

Manipolazione per colonne - spostamento

È possibile fare clic e trascinare una colonna. La colonna viene spostata nella nuova posizione. Lo spostamento di colonne è permanente: per esempio, se sto guardando tutti i prodotti gastronomici pubblicati sul sito e metto il prezzo alla destra del nome prodotto, la posizione verrà mantenuta in futuro ogni volta che torno a guardare l'elenco prodotti.

Nelle tabelle con un numero limitato di righe, quelle in cui non appare in basso il blocco "pagina x su un totale di y" lo spostamento è temporaneo. Per esempio, se sono nella schermata iniziale di Sat-At (menu Sar-At, voce Info su questo sistema), posso scambiare le colonne Caratteristica e Valore, ma lo scambio è temporaneo.

Manipolazione per colonne - aggiunta e rimozione colonne

Quando posizioniamo la freccia del mouse sull'intestazione di una colonna appare un pulsante a forma di triangolo con la punta verso il basso. Cliccando il triangolo appare un elenco di tutte le colonne. Da questo elenco possiamo spuntare le colonne che vogliamo visualizzare e deselezionare le colonne il cui contenuto non ci interessa e che vogliamo nascondere. Anche l'aggiunta e la rimozione di colonne è permanente.

Gran parte delle tabelle di Sar-At appaiono per la prima volta con alcune colonne nascoste. Abbiamo preferito nascondere almeno all'inizio le informazioni men che importanti. Vi suggeriamo di curiosare e controllare se per caso tra le colonne nascoste si trova qualche informazione che vi fa comodo tenere bene in vista.

Manipolazione per colonne - larghezza

Le colonne si possono ridimensionare, come in Excel. Posizionate il cursore sul bordo destro della colonna. Quando appare il cursore a forma di barra verticale con due frecce orizzontali, ciccate e trascinate.

Sar-At memorizza da una visita alla successiva il punto in cui vi trovavate, la larghezza che avevate impostato nella tabella, il criterio di ordinamento. La larghezza delle colonne è una preferenza individuale di ogni singolo utente di Sar-At, mentre la posizione delle colonne è una preferenza globale.

La ricerca

Immaginiamo adesso di voler cercare la torta di mele in mezzo al listino dei prodotti. Possiamo certamente usare l'ordine alfabetico per arrivarci, ma è un processo noioso perché moltissime pagine avranno un nome che comincia per "torta"! Ci viene in aiuto il filtro, che vediamo in basso quando facciamo clic sull'icona della lente di ingrandimento. Nello spazio bianco scriviamo quello che stiamo cercando, dal menu scegliamo la colonna in cui lo vogliamo trovare, poi premiamo il tasto Invio.

La tabella si restringe immediatamente e ci mostra solo i prodotti il cui nome contiene "torta". A questo punto trovare la pagina che ci interessa è facilissimo. Quando facciamo una ricerca non c'è nessuna differenza tra lettere maiuscole e minuscole. Cercare "TORTA", "Torta" o "torta" restituisce gli stessi risultati.

Se la ricerca non ha successo, e non troviamo nulla, appare una tabella vuota. Per esempio, se mi sbaglio e scrivo "torrta", con due R, vedo una tabella come questa:

Per rimediare e tornare a vedere tutti i prodotti posso cancellare la scritta sbagliata (o correggerla) e premere di nuovo il tasto Invio. Nei browser moderni, la cancellazione della scritta sbagliata avviene con un solo clic, sul piccolo pulsante tondo che contiene una X bianca, ben visibile nella figura precedente.

Mentre sto facendo una ricerca in un campo (per esempio, cerco le torte) posso riordinare la tabella per un altro campo (per esempio, mostro le torte in ordine di prezzo oppure per data di aggiunta nel catalogo). Questo è uno strumento molto potente.

Osservare le pagine esistenti

Sin qui abbiamo parlato genericamente di tabelle, ma in Sar-At molto spesso una tabella corrisponde a una sezione di un sito web, e una riga della tabella corrisponde a una pagina. È questo il motivo per cui Sar-At usa interscambiabilmente la parola "tabella" e la parola "sezione", nonché la parola "pagina" e la parola "record".

L'elenco delle tabelle è presente nel menu Pagine. Se selezionate una voce di quel menu appare la tabella corrispondente - con l'elenco di tutte le pagine comprese nella sezione.


Se il titolo appare in grassetto, avete il diritto di modificare o pubblicare la pagina: cliccate il titolo per vederne il contenuto all'interno di un modulo

Se la riga corrisponde a una pagina web, spostando il mouse sopra al titolo sulla destra appare l'anteprima della pagina.

Le icone-pulsanti

La tabella contiene anche alcuni pulsanti. Cliccandoli, diamo un ordine al programma. Per esempio, cliccando l'icona rossa del divieto si cancella tutta la riga dal sito (per esempio, per rimuovere definitivamente una pagina).

Le icone sulla destra, in sintesi (ne riparliamo più approfonditamente oltre): visibile indica se la pagina è pubblicata sul sito (verde) o nascosta e irraggiungibile (rosso). Riservata indica se la pagina è accessibile a tutti i visitatori (bianco) o soltanto a quelli dotati di password (nel caso, appare il nome del gruppo di utenti registrati che possono accedere). Distruggi è un pulsante che vi permette di eliminare la pagina (e tutti i suoi allegati, se ne ha).

Nelle sezioni che accolgono le anagrafiche dei visitatori sono possibili anche icone che mostrano se l'utente è abilitato o meno all'accesso alle pagine riservate. Quelle icone sono spiegate in calce nella schermata.

Inserimento di una nuova pagina

Per inserire una nuova pagina in una sezione del sito cliccate il pulsante "Aggiungi pagina". Appare un modulo da compilare. Le voci, elencate sulla vostra sinistra, sono chiamate campi.

Alcuni campi sono indicati con un titolo rosso cupo: sono quelli obbligatori, che vanno necessariamente riempiti perché Sar-At consideri valida la pagina. Altre indicazioni utili per la compilazione appaiono al di sotto dello spazio da compilare: per esempio, il formato da adottare per le date o il limite a cinque cifre per il codice di avviamento postale.

Un campo obbligatorio lampeggia e viene evidenziato se ne tralasciate la compilazione e provate a inviare la modifica. In alcuni browser poco sofisticati, come Internet Explorer 9, questa funzionalità non è supportata. In questo caso la pagina viene inviata al server Sar-At che la esamina, la trova incompleta e ve la sottopone nuovamente evidenziando il campo inadeguato.

Tutte le pagine del vostro sito, non importa a quale sezione appartengano, hanno necessariamente un titolo (quello che appare in alto nella finestra del browser) e alcune altre informazioni di servizio. Per questo motivo, all'inizio del modulo da compilare troverete sempre le stesse voci: sono chiamate campi incorporati di Sar-At e ne parleremo diffusamente tra pochissimo. Al di sotto dei campi obbligatori troviamo quelli specifici della sezione.

Al termine di un inserimento, Sar-At mostra se la pagina inserita è già sul sito (e mostra un link per vederla in anteprima) o se non appare in quanto avete scelto di lasciarla invisibile.

Se la pagina editata è la scheda personale di un visitatore registrato del sito (vedere il manuale "Governare il sito") e se avete ritoccato la sua password, Sar-At modifica immediatamente i permessi di accesso dell'utente e ve ne informa.

Aiuti alla compilazione

Sotto ai campi incorporati appaiono i campi standard, tipici della sezione e differenti di caso in caso. Per la maggior parte il loro uso è evidente. Un breve testo di aiuto appare sulla sinistra, sotto al titolo del campo.

Valore di default dei campi da compilare

In alcuni casi il campo appare precompilato con il valore più comunemente utilizzato (se una di queste funzionalità vi farebbe comodo ma non è utilizzata, rivolgetevi al vostro responsabile di sito, che potrà facilmente attivarla cliccando la linguetta "Struttura", a lui riservata nella schermata "Pagine").

Valori minimi e massimi

Per evitare refusi quando si scrive, Sar-At permette di fissare valori minimi e massimi in tutti i campi. Per esempio, se il vostro sito ha una sezione "schede calciatori" in cui di ogni atleta è elencata anche la "altezza in centimetri", l'autore del sito potrebbe aver specificato che voi non potete inserire un numero inferiore a 140 o superiore a 210, per aiutarvi. La presenza di un limite di questo tipo è indicata dalla scritta "Min…: max: …" sotto allo spazio dove scrivere.

Può anche capitare che l'autore del vostro sito non ci abbia pensato mentre lo sviluppava. Se un controllo di questo tipo può aiutarvi ad evitare i refusi, parlatene con il vostro responsabile del sito, che potrà facilmente aggiungerlo ciccando la linguetta "Struttura".

Le verifiche e i messaggi di errore

Alcuni campi, come dicevamo, sono obbligatori. Per esempio è sempre obbligatorio il campo "title", perché tutte le pagine si un sito web debbono avere un titolo. Se lasciate distrattamente in bianco un campo obbligatorio la compilazione non viene accettata, il modulo viene ridisegnato e appare un messaggio di errore in rosso in corrispondenza del campo trascurato. Altri controlli sono possibili. Per esempio, nel nostro ipotetico sito sui calciatori potremmo avere un campo "data di nascita" che deve, ovviamente, contenere una data del passato. Il tentativo di inserire una data nel futuro provocherà l'apparizione di un sintetico messaggio di errore in rosso.

Anche in questo caso, se un controllo di questo tipo può aiutarvi ad evitare i refusi, parlatene con il vostro responsabile del sito, che potrà facilmente aggiungerlo ciccando la linguetta "Struttura".

Il simbolo ?¿.

In alcuni casi potreste incontrare il simbolo ?¿ (tipicamente appare nei menu). Il suo significato è: ho incontrato qui un valore che non è accettabile, ma non so con cosa sostituirlo, per favore pensaci tu. Spieghiamoci con un esempio: immaginate di star introducendo sul vostro sito la scheda prodotto di una moto, la quale esiste nei colori rosso, blu e nero. Per facilitare l'inserimento del colore, il progettista del sito ha creato un menu con quei tre valori, ma si è dimenticato di indicare quale sia il valore di default, quello più comune. In questo caso Sar-At presenta il menu con i tre valori, ma non sa quale preselezionare. Appare allora un menu come quello della immagine. Un altro caso possibile: la scheda di una moto indica che essa è di colore giallo, poi qualcuno va a editare l'elenco dei colori accettabili e rimuove il valore "giallo". La prossima volta che la scheda della moto viene aperta per editarla, il colore è indicato come "giallo ?¿".

I campi incorporati

I campi incorporati, presenti in tutte le sezioni del vostro sito, hanno un significato speciale. Spesso i visitatori non ne vedono direttamente il contenuto, ma la loro compilazione è molto importante per rendere ben leggibile la pagina.

Id

È il numero identificativo della pagina. Sar-At identifica tutte le pagine per sezione e per id. Lo id viene assegnato automaticamente da Sar-At quando create la pagina e non vi è consentito di modificarlo.

Se una pagina viene cancellata il suo id non viene più riassegnato. Se una intera sezione del sito viene completamente vuotata, però, le pagine ricominceranno da uno quando si ricomincerà ad aggiungervi contenuti .

lastMod

Dapprima, la data di compilazione della pagina, in seguito quello della sua ultima modifica da parte del responsabile di sito o di un amministratore (vedi anche creation nel seguito). La data viene mostrata in formato standard internazionale: anno, mese, giorno. Viene aggiornata automaticamente da Sar-At quando la pagina viene modificata.

cache

Se il LED è verde, la pagina web primaria che mostra queste informazioni è stata memorizzata nella memoria tampone ad alta velocità di Sar-At. Se il LED è giallo, la pagina è stata modificata di recente e non è ancora stata registrata da Sar-At. Alcune pagine, come quelle che mostrano un contenuto scelto a caso in un vasto insieme (per esempio quelle che contengono un banner pubblicitario a rotazione) non sono compatibili con il sistema della cache. In questo caso Sar-At se ne accorge automaticamente, le rigenera ogni volta che un visitatore ne richiede una copia e il LED resta giallo.

authorId

Nome utente dell'amministratore che ha effettuato l'inserzione iniziale della pagina.

modifierId

Nome utente dell'amministratore che ha effettuato la più recente modifica della pagina. Viene aggiornata automaticamente da Sar-At quando la pagina viene modificata.

language

Lingua in cui è scritta la pagina. La tabella nel capitolo "Pagine, lingue e codici" elenca tutte le lingue disponibili

visible

Quando si sta preparando, per esempio, il lancio di un nuovo prodotto, è opportuno che le nuove pagine non siano immediatamente visibili: il Sar-At ci consente di dichiarare una pagina come "invisibile". Una pagina non visibile è irraggiungibile dal pubblico e non viene considerata dal motore di ricerca incorporato. Solo quando verrà trasformata da invisibile a visibile essa entra a fare parte del sito. Per rendere visibile una pagina è sufficiente spuntare la casella

Il privilegio di aggiungere una pagina, il privilegio di modificarla e il privilegio di renderla visibile sono distinti. È possibile che il vostro responsabile di sito non ve li abbia concessi tutti.

saratPremium

Se desiderate che non tutti i visitatori possano leggere il contenuto di questa pagina, ma soltanto gli appartenenti a un gruppo di utenti registrati in possesso di password da voi assegnata, selezionate da questo menu il nome del gruppo.

title

Titolo della pagina, utilizzato di solito per nominare l'oggetto ivi descritto (per esempio: nome del prodotto, titolo della FAQ, generalità anagrafiche della persona presentata, eccetera). Normalmente appare, automaticamente, come titolo della finestra in cui il visitatore riceve la pagina.

keywords

Parole chiave degli argomenti trattati nella pagina, a beneficio perlomeno dei motori di ricerca. In altri termini, sono gli argomenti che la gente può cercare su Google, Virgilio, Altavista eccetera e la cui ricerca dovrebbe portarli a questa pagina. La corretta compilazione di questo campo è fondamentale per garantire visibilità al vostro sito.

description

Breve riassunto del contenuto della pagina, a beneficio perlomeno dei motori di ricerca. Se e quando la vostra pagina viene segnalata da Google & c, la segnalazione sarà formata da titolo della pagina (vedi title), data di ultimo aggiornamento (vedi lastMod), indirizzo e questo testo. La corretta compilazione di questo campo è fondamentale per garantire visibilità al vostro sito.

creation

La data di creazione della pagina. La data viene mostrata in formato standard internazionale: anno, mese, giorno. Viene assegnata automaticamente da Sar-At quando la pagina viene modificata e non vi è consentito di modificarla.

masterPage

In alcune sezioni potreste desiderare di assegnare un aspetto grafico insolito a una pagina web. Per esempio, all'interno della sezione "catalogo prodotti" potreste scegliere un "prodotto del giorno" che va mostrato su fondo rosso e con la scritta "speciale!" Oppure, in un quotidiano online potreste avere disegnato tre o quattro impaginazioni differenti per gli articoli di cronaca: senza foto, con foto orizzontale, con foto verticale…

Se è stata predisposta almeno una variante all'impaginazione base questo menu appare e lista tutte le possibilità. Quando il designer del sito ha creato una sola pagina mastro per la sezione corrente del sito, questa voce non appare a video, perché non esiste nessuna alternativa.

Hit Counter

Se desiderate contare automaticamente quanti visitatori hanno visto ogni singola pagina, selezionate la casella di spunta indicata come "Hit Counter". Alla vostra prossima visita in questa pagina, Sar-At mostrerà il conto corrente.

L'uso dell'opzione hit counter rallenta le prestazioni del server web e rende il vostro sito Internet meno pronto nel rispondere alle richieste dei visitatori. Per una gestione più efficace del flusso di visitatori, Accomazzi.net consiglia l'uso di statistiche web come Google Analytics.

La visualizzazione dei campi standard occupa un po' di spazio a video. Per questo motivo, molti utilizzatori di Sar-At preferiscono mostrarne solo alcuni, quelli indispensabili, e nascondere gli altri. Se anche voi siete di questo avviso, scegliete la voce "Preferenze" dal menu "Sar-At" e nella schermata che appare disattivate la casella di spunta intitolata "Durante la creazione delle sezioni, mostra i campi predefiniti. ".

Indirizzi URL

L'indirizzo base sul web di una pagina del vostro sito è sempre:

  showPage.php?template=nome della sezione&id=numero identificativo

ShowPage è il "motore" del Sar-At, il programma che combina le informazioni che voi avete digitato con l'impaginazione creata dal vostro web designer, sintetizza la pagina nella forma finale e la invia al visitatore - il tutto entro pochi centesimi di secondo dal momento della richiesta.

Sar-At però consente di mascherare questo indirizzo con un nome più facilmente memorizzabile dagli esseri umani e, soprattutto, più amichevole nei confronti di Google, in modo da "convincere" il motore di ricerca a segnalare più frequentemente le pagine del vostro sito rispetto a quelle della concorrenza.

URL amichevoli

Quando il sito viene creato, l'autore può scegliere fra molti formati (che trovate documentati nel manuale Creare il sito). In linea di massima la cosa non vi tocca, perché tipicamente il sistema è del tutto automatico. Il metodo di gran lunga più utilizzato nei siti web è quello in cui Sar-At computa automaticamente la URL più efficace possibile sulla base del titolo che voi volete dare alla pagina. Per esempio, se in un sito culinario voi aggiungete una pagina intitolata "facciamo la torta al limone con la ricetta della nonna", Sar-At scandisce una ad una le parole del titolo e scarta quelle che non interessano a Google. Via gli articoli, via le congiunzioni, si depennano le preposizioni e i verbi generici: una pagina come questa verrà presentata al mondo e ai motori di ricerca come gastronomia/torta-limone-ricetta-nonna.html

Come si vede dall'immagine qui sopra, non c'è nulla che voi dobbiate fare. La URL viene formata automaticamente, non è editabile. In fondo, Sar-At piazza automaticamente un numero caratteristico che viene utilizzato per recuperare la pagina quando il visitatore ne fa richiesta: la prima pagina del sito sarà caratterizzata dal numero uno e via crescendo.

URL amichevoli manuali (modalità esperti)

Come redattori e manutentori del sito, venite coinvolti solo se l'autore del sito ha deciso che gli indirizzi URL delle pagine vanno gestiti manualmente. In questo caso (e solo in questo), vi apparirà in forma editabile il campo incorporato URL nel modulo di compilazione della pagina. Il nostro programma vi lascia scegliere la componente centrale della URL. Per esempio, in un sito web che parla di informatica e dove si sta scrivendo una recensione di Windows 7 potremmo trovarci di fronte una schermata come questa:

Il numero caratteristico di cui abbiamo appena parlato viene inserito automaticamente.

Prestate grande attenzione alla specifica della lingua. Quando inserite una pagina nel sito, dovete sempre dichiarare in quale lingua umana la pagina è scritta. Sar-At usa questa informazione per caricare un dizionario di preposizioni, congiunzioni, verbi servili eccetera che vengono scartati automaticamente dalle URL. Sar-At contiene questo speciale vocabolario per italiano, inglese, francese, tedesco, russo e spagnolo. Altre lingue possono venire aggiunte: contattate Accomazzi.net per maggiori informazioni.

Indirizzi manuali e SEO

Il nostro lettore potrebbe chiedersi come sia possibile inventarsi nomi significativi da dare alle sue URL in modo da massimizzare il numero di visitatori che arrivano da Google e dagli altri motori di ricerca. Questa tematica in realtà è davvero tecnicamente molto complessa. Viene conosciuta come SEO, search engine optimization, e in merito si sono scritti fior di libri. Se non siete degli esperti, vi conviene lasciare che Sar-At sintetizzi da solo, automaticamente, le vostre URL.

I campi standard

Numeri

I campi numerici sono spazi di dimensione ridotta, pensati per digitare cifre. Nei browser moderni appaiono due freccette che permettono di cambiare il valore attuale di una unità, in più o in meno.

Testi brevi

Sar-At chiama "testi brevi" gli spazi dove voi potete inserire poche parole. Per esempio un codice di catalogo, un cognome eccetera. In alcuni casi scoprirete che Sar-At effettua dei controlli di coerenza. Per esempio, in un campo destinato a ricevere un codice di avviamento postale, I-20121 è un valore valido, ma 20121-I non lo è. Sar-At contiene metodi di verifica per password significative, URL, CAP, codici fiscali, indirizzi e-mail. Per queste ultime, Sar-At accetta anche indirizzi come validi ma con forme rare come due%@dominio.it, vengo\@quotato@dominio.it, o'Brien@dominio.it o !amo{le}graffe!@dominio.it.

Testi lunghi

In calce agli spazi riservati a scrivere un testo lungo, il Sar-At mostra una casella di spunta intitolata "Rispetta le andate a capo". Questa casella è normalmente spuntata. In questo caso, ogni volta che voi andate a capo nello scrivere il testo, il Sar-At inserirà una andata a capo forzata nella pagina HTML. Se la casella non è spuntata, invece, il Sar-At non si preoccuperà delle andate a capo: e nelle pagine HTML normalmente le andate a capo non vengono rispettate, perché il testo fluisce nella pagina a secondadella larghezza della finestra del visitatore. La massima lunghezza di un testo lungo è 65.535 caratteri: se incollate un testo ancor più lungo, Sar-At mostra un messaggio di errore ("testo troppo lungo per lo spazio a disposizione, verrebbe troncato") e vi blocca.

Menu a discesa

Alcuni campi hanno l'aspetto di un menu a discesa con una serie di opzioni disponibili. Per esempio: primi, secondi, contorni, formaggi, frutta. Le voci di questi menu sono state stabilite dall'autore del vostro sito.

Menu ad autocompletamento

Quando un menu contiene più di trenta possibili voci, srotolarlo tutto diventa davvero scomodo. Per questo motivo Sar-At lo rimpiazzerà automaticamente con un sistema ad autocompletamento.

Scrivete le prime lettere della voce che intendete inserire. Sar-At risponde facendo apparire un breve menu con tutte e sole le voci di menu che cominciano in quel modo. Per esempio, in un menu delle province italiane scrivere "RO" provoca l'apparizione di Roma e Rovigo.

Sat-At applica automaticamente un menu ad autocompletamento quando si tratta di farvi inserire il nome di un comune italiano o una nazione.

Documenti

Sar-At consente di allegare documenti (cioè file) alle vostre pagine web. L'uso più frequente di questa funzionalità sta nella possibilità di aggiungere allegati PDF alle pagine, consentire il download di pacchetti compressi ZIP, oppure aggiungere una foto individuale a ogni pagina di una sezione (per esempio, una per ogni prodotto in catalogo).

L'autore nel vostro sito web può aver inserito dei filtri di verifica sul tipo degli allegati, per impedire che un errore umano provochi il caricamento di un documento di Word al posto di un equivalente PDF, o peggio ancora al posto di una immagine che andrebbe rappresentata dentro una pagina web.

Se caricate una immagine troppo grande per lo spazio a disposizione, Sar-At la ridimensiona automaticamente. Se caricate una immagine troppo piccola, Sar-At si rifiuta di accettarla. Microsoft Internet Explorer si rifiuta dimostrare a video le immagini JPEG che internamente sono state codificate nel formato detto CYMK (quadricromia, molto usato per la produzione di cataloghi a stampa). Questo è un problema subdolo, perché potrebbe accadere che un redattore in tutta tranquillità carichi sul sito web della sua rivista una foto CYMK usando un Macintosh sotto Firefox e controllando gli risulti tutto perfetto. I lettori della rivista, che in maggioranza useranno Windows ed Explorer, non vedranno però la foto. Per questo motivo, Sar-At non accetterà immagini CYMK.

Il vostro server, cioè il calcolatore che ospita il vostro sito web ed eroga le sue pagine, automaticamente e per sicurezza si rifiuta di accettare da voi documenti la cui dimensione è imponente. Analogamente, ogni server web limita il massimo numero di documenti caricabili con una singola operazione. Potete controllare quale siano i limiti nel server da voi utilizzato dalla prima schermata di Sar-At sotto la voce "Max documenti caricabili" . Si veda anche il primo capitolo di questo stesso manuale.

Dalla versione 9.0 di Sar-At, può essere possibile superare questo limite abilitando una procedura di caricamento di documenti massicci chiamata JumpLoader. Contattate il responsabile del server per ulteriori informazioni.

La figura sottostante mostra una pagina in cui è possibile caricare documenti massicci via JumpLoader (sopra) e piccole immagini con il sistema tradizionale (sotto)

Data

I campi di tipo data vanno compilati nel formato internazionale, e cioè AAAA-MM-GG. Ciccando il pulsante con l'icona del calendario rosso ne appare uno in sovrimpressione e potete usare per selezionare con comodità e semplicità una data. Dentro al calendario, il pulsante Oggi va alla data corrente. Il pulsante < e il pulsante > si muovono avanti e indietro nel tempo di un mese. Il pulsante Chiudi conferma la scelta e chiude il calendario.

Caselle di spunta e caselle radio

Hanno l'aspetto consueto (quadrato e tondo, rispettivamente) e permettono di scegliere molte opzioni da un elenco o una alternativa tra molte. Su elenchi particolarmente lunghi Sar-At consente di dividere in sottogruppi le scelte a disposizione.

I campi con caselle di spunta sono normalmente usati per associare molti attributi a una singola scheda. Per esempio, se nel vostro sito avete una sezione "prodotti" (che parla di aspirapolvere, scopa elettrica, battitappeto e ramazza) e una sezione "accessori", allora nella sezione "accessori" potremmo avere un campo a caselle di spunta per indicare tutti i prodotti a cui si applica l'accessorio. L'accessorio "prolunga", per continuare nel nostro esempio, si applica certamente all'aspirapolvere e al battitappeto, ma non alla ramazza…

Multiparola

I campi multiparola servono a selezionare molte opzioni da un menu particolarmente ricco, un po' come succede quando in una gelateria molto ben fornita ci viene chiesto di comporre una coppa selezionando anche dieci gusti.

Quando selezionate una delle opzioni da quel menu, il suo valore viene inserito nel campo insieme agli altri già selezionati. Nella immagine qui sotto mostriamo un caso relativamente semplice in cui è possibile scegliere personaggi a fumetti in un elenco di cinque.

Funzionalmente, il multiparola assomiglia alle caselle di spunta di cui abbiamo parlato poco fa. Si dimostra più adatto quando le scelte tra cui selezionare sono particolarmente numerose, perché offre un motore di ricerca e perché quando non serve il multiparola collassa su se stesso e dunque occupa poco spazio a video.

Ora

Permette di inserire un'ora (per esempio, le 5 del pomeriggio) o una durata (per esempio, 25 ore e 17 minuti e 3 secondi) nel formato separato dai due punti.

Nei browser moderni appaiono due freccette che permettono di cambiare il valore attuale di un minuto, in più o in meno.

Diagramma

Un po' come succede nelle recenti versioni di Excel, Powerpoint, Numbers o Keynote, anche qui l'idea è che i dati inseriti nel sistema diventino automaticamente un grafico vettoriale in alta qualità che poi potrete inserire sul sito web o semplicemente guardare voi stessi dall'interno delle schermate Sar-At. Le opzioni disponibili per la visualizzazione in Sar-At sono il diagramma a barre (orizzontale), la torta, la tabella, il grafico a linea, l'istogramma (verticale), il grafico ad area e la cartina (regioni d'Italia, nazioni d'Europa o nazioni nel mondo intero).


La sorgente dei dati può essere una sezione di Sar-At - esistente per altri scopi, come il catalogo prodotti di un commercio elettronico, o creata appositamente per questo scopo - ma è anche possibile inserire i dati direttamente. Questa scelta viene fatta dall'autore del sito in fase di creazione. Se si è scelto di usare una sezione del sito come sorgente, il grafico cambia automaticamente quando i dati vengono aggiunti, tolti o aggiornati senza che voi dobbiate fare nulla di speciale personalmente.


Il redattore del sito che lavora su una pagina web e vuole manipolare il grafico ha a disposizione più opzioni: si può sostituire il diagramma con un altro già pronto, definirne uno nuovo o (solo nel caso in cui il l'autore del sito l'abbia permesso) editare i dati che vengono usati per tratteggiare il diagramma esistente.

Per sostituire il grafico, usate il menu a comparsa e sceglietene un altro.

Per creare un nuovo grafico, dal menu a comparsa scegliete l'opzione [Definisci nuovo grafico…] e fatevi pilotare dal wizard a tappe che appare.

Per editare i dati sottostanti, premete il pulsante Modifica nuovo grafico e intervenite sulla terza schermata del wizard a tappe che appare.

Colore

Permette di scegliere un colore. Nel database finisce il codice in codifica HTMl, utilizzabile anche a livello CSS. Appare una tavolozza come quella mostrata in figura: utilizzate il quadrato centrale per scegliere la luminosità e la tavolozza circolare tutt'attorno per decidere la tinta. I più esperti possono digitare il codice del colore informato standard HTML.

Portali

I portali sono tabelle dove appaiono informazioni proveniente da un'altra zona del sito. Per esempio, immaginate di avere un sito che parla di cantanti lirici. Avrete una sezione con le schede biografiche del cantante e una sezione con i dischi delle opere. Un portale può mostrare all'interno della scheda del cantante tutti i dischi che ha inciso.

Altri esempi: i modelli di auto (Micra, Punto, Smart, A8…) possono venire collegati alle case produttrici (Fiat, Nissan, Audi…). Il sito di una rivista, che vuole mostrare gli articoli lunghi su più pagine web, potrebbe usare un portale per collegare le sottopagine all'articolo.

Il portale può contenere un pulsante "cancella" a fianco di ogni riga (se lo usate, l'informazione viene fisicamente distrutta nella sezione collegata) e un pulsante "aggiungi"in calce (si apre una nuova finestra che consente di inserire un nuovo disco, modello di automobile, sottopagina….)

Altri tipi di dati

Sar-At consente ai programmatori di sviluppare speciali moduli plug-in che ne estendono le capacità e permettono con facilità al proprietario del sito e ai suoi collaboratori di editare informazioni specifiche del suo sito, come un colore metallizzato o un codice prodotto che rispetti un particolare formato. È dunque possibile che nel modulo che state compilando appaia uno spazio da compilare con aspetto non previsto da questo manuale. Se questo accade, rivolgetevi all'autore del sito per ragguagli.

La formattazione dei testi

I campi destinati ad ospitare lunghi testi sono forniti di una barra di formattazione. Ricorda molto quella di Microsoft Word ed è autoesplicativa: basta posizionare il mouse sopra una icona e lasciarlo fermo per vedere apparire una spiegazione dell'uso.

La barra di formattazione può venire disabilitata se, per qualsiasi motivo, risulta sgradita. Nel menu "Sar-At" si visita la voce "Preferenze" e si toglie il segno di spunta dalla casella "Visualizza barra di formattazione testi".

Se la barra di formattazione non appare, sotto ai campi dedicati ai lunghi testi si trova una casella chiamata "Conserva codice HTML". Se la spuntate, Sar-At inserisce tutto quello che avete digitato dentro la pagina, senza effettuare alcuna conversione. Questa funzionalità è molto utile per chi conosce il linguaggio HTML e vuole occasionalmente personalizzare una pagina in modo spinto.

Aggiornamento di una pagina esistente

Una pagina esistente può venire modificata in modo massiccio o semplicemente ritoccandola. Per modifiche importanti: se dall'elenco principale cliccate il titolo della pagina riappare il modulo compilato, e potete editarne le voci. Anche in questo caso, purché il vostro monitor sia sufficientemente ampio, sulla destra vedrete apparire l'anteprima della pagina come apparirà ai visitatori.

Il metodo più intuitivo e semplice, però, è quello che prevede di cliccare il pulsante Editing al vivo che si trova in basso a destra, nella barra colorata. La pagina apparirà "quasi" come la vedrebbe il visitatore del sito: tuttavia nella parte alta della schermata si vedrà la barra dei menu di Sar-At.

Da qui possiamo modificare le pagina, un elemento alla volta. Ci sono due modalità distinte, una per testi e una per ogni altro tipo di dato.

Modalità modifica di dati testuali

Per i testi lunghi, Sar-At consente l'editing al vivo sul posto. È sufficiente fare clic sul testo che vogliamo modificare e cominciare a scrivere. Con i testi lunghi appare anche, in sovrimpressione, la barra degli strumenti, come si vede nella schermata.

Modalità modifica di dati non testuali

Clicchiamo l'icona della matitina posizionata di fianco o sotto all'elemento che desideriamo modificare e nella finestra galleggiante che appare digitiamo le modifiche che ci interessano. Infine facciamo clic sul pulsante Registra e prova.

Comunque sia: se la pagina era già visibile al pubblico, le modifiche sono istantanee.

Significato delle icone di Aggiornamento istantaneo

Significato e utilizzo

Campo editabile. Cliccate la matitina per cambiare il contenuto.

Campo non editabile. Non possedete il permesso di farlo (potete rivolgervi al responsabile di sito se volete che vi sia concesso) oppure l'informazione è stata ottenuta dal web designer attraverso una Vista ad hoc. Per scoprire quale sia il caso posizionate il mouse sull'icona della matita sbarrata e lasciatevelo senza cliccare: apparirà un avviso.

Contenuto generato attraverso un plug-in, ovvero un programma. Immodificabile dal redattore.

Cancellazione di una pagina

Per cancellare una pagina cliccate l'icona del divieto che appare nella sua riga, nell'elenco delle pagine:. Se l'icona non appare, voi non avete il permesso di cancellare pagine. Rivolgetevi al vostro responsabile di sito. La cancellazione di pagina richiede una conferma ed ha effetto immediato.

Se il vostro sito è multilingua, immediatamente dopo la cancellazione di una pagina potreste veder apparire un avviso. Quando viene cancellata una traduzione in una lingua, il sistema automaticamente si offre di cancellare tutte le altre traduzioni.

Pubblicazione di una pagina

Per rendere visibile una pagina ai visitatori del sito la dovete rendere visibile. Nel modulo che mostra i campi, spuntate la casella "Visibile":

Se la casella risulta grigia e non utilizzabile, come nell'immagine qui sotto, voi non avete il permesso di rendere visibili (pubblicare) pagine. Rivolgetevi al vostro responsabile di sito.

Importazione di pagine

Capita spesso che le informazioni che finiscono nelle pagine web non vengano scritte una ad una, ma provengano da un archivio esterno. Se state pubblicando un catalogo prodotti, per esempio, probabilmente usate un programma gestionale che vi lascia fare le fatture, e vi fa comodo prendere da lì le informazioni sui prodotti, compreso il prezzo. Magari per venderle con il commercio elettronico di Sar-At.

Il nostro programma vi permette con facilità di caricare informazioni provenienti da tutti i più importanti applicativi del mondo Windows e Macintosh - per esempio, Microsoft Excel e Access o FileMaker Pro o Apple Numbers.

Sar-At offre due distinte modalità di importazione:

  • Rimuovi completamente tutte le pagine dalla sezione e poi carica i nuovi contenuti da file. Questa modalità è utile per sezioni come per esempio un catalogo prodotti.
  • Aggiungi nuove pagine a quelle esistenti. Normalmente usata per espandere il sito. Questa modalità può anche eseguire una cancellazione parziale dei contenuti pre-esistenti. Per esempio, se una libreria mette in linea un elenco di volumi disponibili completa di codice identificativo unico ISBN, Sar-At quando trova nell'importazione un codice ISBN già presente nel database prima cancella il vecchio dato e poi importa il nuovo rigo.

Sar-At 11 disponeva di una terza opzione, importa ed aggiorna, che è stata rimossa in Sar-At 12. Se ne facevate uso contattate la nostra assistenza tecnica per trovare una soluzione alternativa.

L'importazione in pratica

È probabile che prima di cominciare dobbiate esportare i dati dal programma che possedete già. Probabilmente non avete bisogno di mandare sul web tutte le informazioni di cui disponete, ma non dovete preoccuparvene troppo perché vi sarà possibile durante l'importazione ordinare a Sar-At di scartarne alcune. Comunque, è necessario registrarle in un formato di interscambio che Sar-At accetta.

Formato dei campi

Il documento che esportate potrebbe contenere alcune informazioni per le quali Sar-At esige un formato speciale. La tabella sottostante presenta alcune osservazioni in questo senso

Nome campo

Tipo campo

Note

id

numero intero

Vedere sotto "opzioni di importazione"

language

numero intero

Vedere tabella nel capitolo successivo

visible

lettera

Usate Y per visibile, N per invisibile

qualsiasi

data

Usate il formato internazionale AAAA-MM-GG

Formato dei file

Sar-At supporta l'importazione di dati direttamente da fogli elettronici non preventivamente convertiti.

L'importazione può avvenire partendo da

  • Fogli elettronici Excel tradizionali (.xls)
  • Fogli elettronici Excel nuovo formato XML (.xlsx)
  • Documenti Comma-separated-value (.csv) sia in formato inglese (con le virgole) che italiano (con i punti e virgola) e opzionalmente nelle altre varianti nazionali.
  • Documenti Tab-separated values (.tsv) sia in formato inglese (numeri con il punto decimale) che italiano (con le virgole) e opzionalmente nelle altre varianti nazionali.

Lasciate una prima riga nel documento che contenga il nome dei campi, usando i medesimi nomi che vedete dentro Sar-At nella colonna di sinistra quando editare una pagina esistente. Sar-At farà il resto.

Esportazione da FileMaker Pro

Da FileMaker Pro, selezionate "Esporta Record…" dal menu File. Nella finestra che appare, badate che il menu in basso abbia selezionata la prima voce, "Testo separato da tabulatori". Cliccate il pulsante Registra. Nella finestra che appare a questo punto, trascinate a destra i nomi dei campi (colonne) che desiderate portare sul web. Come set di caratteri scegliete Unicode (UTF-8).

Prendete nota dell'ordine di esportazione campi che avete prescelto: vi sarà richiesto da Sar-At tra poco.

Esportazione da Microsoft Excel

Excel esporta sempre tutte le righe e tutte le colonne esistenti, quindi potrebbe essere necessario selezionare le sole righe e le sole colonne che vi interessano in un nuovo foglio temporaneo.

Non preoccupatevi, invece, se disponete di un file che contiene fogli elettronici multipli: Sar-At vi chiederà quale sia il foglio da considerare durante l'importazione.

Importazione di file di testo

Se disponete di documenti in formato testo (estensione txt, csv o tsv), tenete presente che si tratta di un formato non completamente standardizzato. Sar-At riesce a leggerne tutte le varianti ma può darsi che gli serva uno spunto da parte vostra per interpretarlo correttamente. Aprite il file che avete a disposizione con un editore di testo (come il Blocco Note di Windows o TextEdit in macOS) e fate attenzione ai dettagli:

  • Se ogni riga ha le informazioni separate da tabulatori (spazi) allora il vostro è un TSV. Se ha le informazioni separate da un altro carattere, tipicamente la virgola o il punto e virgola, allora è un CSV.
  • Se i numeri con parte intera e parte decimale usano la virgola, allora il formato è italiano. Se i numeri usano il punto, allora il formato è inglese.
  • Ogni singola informazione potrebbe essere circondata da virgolette (in rari casi da un altro carattere).

Sar-At riesce a leggere tutti i formati, ma dovrete avvisarlo anticipatamente di quale sia quello che avete a disposizione, selezionando l'apposita voce dal menu a scomparsa Formato. Se non s tratta né di file in formato inglese né di file in formato italiano dovrete ulteriormente personalizzare compilando le apposite caselle di seguito.

Esempio di CSV italiano:

"Mario";"Rossi";"Corso Garibaldi 1";3,14

Esempio di CSV inglese:

"Mario","Rossi","Corso Garibaldi 1",3.14

Esempio di TSV italiano:

Mario Rossi "Corso Garibaldi 1" 3,14

Esempio di TSV inglese:

Mario Rossi "Corso Garibaldi 1" 3.14

Limiti dell'importazione

Il sistema di importazione dei dati da file è stato interamente riscritto in occasione del rilascio di Sar-At 12 e risulta circa venti volte più veloce di quello che caratterizzava le precedenti versioni. Se il foglio elettronico a vostra disposizione contiene alcune colonne che non desiderate importare, basta un clic per indicarlo. Con file Excel, accetta fogli elettronici più grandi rispetto al passato e, nel caso di file che contengono più fogli, permette di scegliere il foglio a cui si è interessati con un sol clic. Tranne che nel caso di Excel (per il quale siamo legati alla libreria fornita da Microsoft) ora Sar-At può leggere documenti di dimensione arbitrariamente grande.

Alfabeti ed importazione

Sar-At legge documenti multilingue scritti con codifica Unicode. Per lo Unicode UTF-8, il formato più usato dagli applicativi moderni, Sar-At riconosce automaticamente la presenza della intestazione (detta tecnicamente byte order mark, in sigla BOM), quindi non è necessario per l'utente ricordare se questa vada inclusa o esclusa durante la esportazione.

Importazione, guida passo-passo

Il processo di importazione comincia cliccando nel menu Pagine il nome della sezione che vi interessa popolare. Cliccate poi il pulsante "Importa pagine" che vedete in basso a destra.

Appare una schermata che vi permette di controllare le opzioni documentate nelle pagine precedenti.

Tutte le impostazioni che selezionate in questa finestra vengono memorizzate da Sar-At per le future importazioni, quindi dovete far combaciare il formato di esportazione e quello di importazione soltanto una volta.

Ordine delle colonne

Se selezionate l'opzione Desidero specificarlo adesso appare un elenco con tutti i campi di cui Sar-At è a conoscenza. Per ciascuno potete indicare se va importato o meno. Probabilmente l'ordine celle informazioni nel vostro file è differente rispetto a quello presentato da Sar-At, ma vi è sufficiente trascinare il campo facendo clic sulle quattro frecce verdi per riposizionarlo.

Se il vostro file contiene una campo in più che non vi serve dentro Sar-At, trascinate la riga grigia Salta colonna che vedete in fondo all'elenco, e lasciatelo andate nella posizione che occupa il campo inutile. Se vi sbagliate e lasciate andare la riga grigia dove non serve, spostatela nuovamente e portatela in basso per farla sparire.

Facciamo un esempio. Avete a disposizione un file che contiene (nell'ordine) nome prodotto, prezzo di acquisto, prezzo di vendita, peso e descrizione. Nella sezione Sar-At c'è posto per titolo della pagina (nome prodotto), prezzo nel commercio elettronico, descrizione e peso.

Poiché descrizione e peso sono scambiati, trascinate uno dei due e scavalcate l'altro.

Siccome il presso di acquisto non va pubblicato sul sito, nella sua posizione (colonna B) posizionate una riga grigia Salta colonna.

E il gioco è fatto.

Opzioni di importazione

Nelle opzioni di importazione, se selezionate la casella "Azzera il contenuto della sezione prima di importare", tutte le pagine esistenti in questa sezione vengono completamente e definitivamente eliminate prima di leggere il documento che state caricando sul server. Questo ha senso, per esempio, se tenete un catalogo prodotti in un programma gestionale e da lì lo importate ogni tanto nel vostro sito web.

La opzione alternativa, "Sovrascrivi pagine con lo stesso identificatore, conserva le altre pre-esistenti, aggiungi le pagine con id nuovo" fa sì che le nuove informazioni vengano aggiunte a quelle esistenti. Se nel documento di importazione è presente la colonna id, e se lo id importato è uguale a quello di una pagina presente sul sito, la vecchia pagina viene rimpiazzata con i dati caricati. Se volete soltanto aggiungere pagine senza rimpiazzare nessuna pagina tra quelle esistenti dovete fornire a Sar-At un documento da importare privo del campo "id" e poi ciccare sulla riga "id" della tabella che vedete la opzione "Auto assegna".

In fondo alla schermata, la casella "I dati importati non contengono codice HTML: converti i caratteri per garantire massima compatibilità" va normalmente lasciata selezionata. Deselezionatela soltanto se il documento che state caricando contiene brani di codice HTML.

Passi successivi

Quando siete soddisfatti delle vostre impostazioni, cliccate il pulsante "Procedi". Sar-At registra le vostre preferenze di importazione per il futuro, presenta un riepilogo delle opzioni più importanti e vi permette di caricare sul server il documento preparato in precedenza. Selezionatelo e premete Invia il file.

Esito dell'importazione

Al termine, Sar-At vi presenterà una schermata in cui riassume i risultati dell'importazione. È una finestra come quella che vedete qui in figura. Pagine visibili e pagine invisibili vengono contate separatamente. Se alcune pagine esistenti sono state rimpiazzate (aggiornate) perché l'id coincideva - come spiegato al paragrafo precedente - verrete notificati.

A volte l'importazione può concludersi con un errore. Per esempio, se il vostro catalogo prodotti prevede che ogni scheda prodotto contenga un nome, un prezzo e un numero di esemplari a magazzino voi dovete caricare sul server un documento con tre colonne. Se le colonne sono un numero maggiore o minore, Sar-At se ne lamenta e non conclude l'importazione, come si vede in figura.

Esportazione di pagine

Nella schermata di esportazione, l'utente innanzitutto ha la scelta del formato di sua preferenza. Sar-At genererà un documento il cui formato rispetta questa preferenza.


L'opzione Rimuovi formattazione HTML esegue due trasformazioni. Primo, se avevate inserito nel sito testi in grassetto, corsivo, sottolineato, colorati eccetera, Sar-At avrà inserito i codici HTML per questi formati dentro ai vostri testi. Excel non è in grado di comprendere queste codifiche, quindi Sar-At si offre di rimuoverle.

Secondo, alcuni caratteri speciali (come le vocali minuscole accentate, il simbolo dei semi delle carte da gioco, o le lettere dell'alfabeto greco) vengono talora inserite nei testi dei siti web con una codifica speciale chiamata entità SGML, supportata dallo standard HTML, per migliore compatibilità con i browser più vecchi. Excel non capisce questa codifica: Sar-At può risolverla per voi.

Sessione di lavoro

Per motivi di sicurezza e di efficienza, un amministratore connesso a Sar-At che non effettua alcuna attività per molto tempo viene automaticamente scollegato. Per esempio, se lasciate una schermata Sar-At aperta la sera quando abbandonate il posto di lavoro, è normale che la mattina dopo siate costretti a reinserire la vostra username e password.

La durata della sessione (tempo massimo di inattività prima che sia necessario reinserire la password) per voi è identica alla durata della sessione per visitatori registrati del sito e può venire personalizzata dal proprietario del sito nel menu Sito, voce Sicurezza.

Sar-At incorpora una serie di tecnologie per impedire la perdita di dati in un caso particolare. Immaginate di aver abbandonato il PC proprio mentre stavate compilando i dati che popoleranno una nuova pagina. Quando, la mattina dopo, premete il pulsanti di invia nella pagina rimasta aperta, rischiereste di vedervi davanti la schermata di richiesta password anziché quella che vi informa che i dati sono stati ricevuti, registrati e messi in linea dal server.

Abbiamo due casi distinti. Primo caso: avete lasciato acceso il PC per tutta la notte, con browser in primo piano. In questo caso, non dovete fare nulla e tutto funziona automaticamente. Abbiamo infatti sviluppato uno speciale programma composto da due parti. La prima gira all'interno del vostro PC nella schermata Sar-At che usate per inserire i dati delle pagine. La seconda gira sul server. Questo programma si rende conto che è in corso un inserimento dei dati e mantiene la connessione attiva e la password valida.

ATTENZIONE Se il PC si trova in un luogo semipubblico, dovrà essere vostra cura effettuare il log-out o comunque non lasciare aperto Sar-At proprio sulla schermata di inserimento pagine, per evitare che un malintenzionato ne approfitti e faccia danno.

Secondo caso: nel lasciare il posto di lavoro per la notte avete "addormentato" il calcolatore. In questo caso, la porzione del nostro programma che dovrebbe girare sul vostro PC non ha modo di funzionare e la connessione con il server viene a cadere. Alla riattivazione del PC, vedrete allora apparire una grande scritta rossa sullo schermo, in testa alla pagina, che vi avvisa che la sessione è chiusa e che non potete inviare i dati. Se avevate già fatto inserimento dati nella schermata, questo lavoro non è perso. Usando un'altra finestra del medesimo programma di navigazione ricollegatevi a Sar-At e inserite username e password. Ora potete completare l'inserimento dati e inviare il tutto al server.