Gestione degli errori

Interessanti studi dimostrano che i moduli HTML sono per i consumatori uno degli aspetti più scoraggianti del web. Sono due le problematiche che spesso rendono frustrante l'esperienza della compilazione. Primo: i messaggi di errore sono mal posti, sia per linguaggio che per collocazione fisica all'interno della pagina, e non rendono banale la correzione degli errori di compilazione come invece dovrebbero. Secondo: a volte gli errori costringono il visitatore a reinserire più volte i dati.

Sar- At risolve completamente la seconda problematica e vi offre tutti gli strumenti per affrontare la prima.

La tecnologia più frequentemente utilizzata per eseguire il controllo a livello browser è un mix di HTML5 e JavaScript. Alcuni controlli riescono bene in quel modo (per esempio, è facile controllare che il visitatore sia costretto a compilare un certo campo). Altri sono praticamente impossibili (per esempio, rifiutare un indirizzo email inesistente come "sono@ffari-miei.it", verificando che non esiste un sito chiamato ffari-miei.it su Internet). La soluzione Sar-At incarica il server centrale di eseguire i controlli e risolve tutti questi problemi alla radice.

Per dimostrare in pratica la gestione degli errori in Sar-At, immaginiamo di voler chiedere una opinione a chi ha acquistato un nostro prodotto. Cominceremo, naturalmente, definendo una sezione modulo con tre campi.

Voto: numero intero, minimo 5, massimo 7, default 6

Email: breve testo, non può essere lasciato in bianco, validazione email.

Commento: testo lungo, può essere lasciato in bianco.

Il modulo da compilare, molto semplice, ha questo aspetto:

Il codice HTML puro (per ora privo di istruzioni specifiche Sar-At) è il seguente:

  <form style='width: 350px; background: pink;' action='showForm.php'>
          <fieldset>
                 <legend><strong>Come valuti questo prodotto?</strong /></legend>
                 Voto:
                         <label><input type="radio" name="voto" value="5" />insuff.</label>
                         <label><input type="radio" name="voto" value="6" />suff.<label>
                         <label><input type="radio" name="voto" value="7" />buono<label>
                         <br />
                 <label>Commento: <textarea name='commento'></textarea></label><br />
                 <label>La tua e-mail: <input type='text' name='email' /></label><br />
                 <input type='submit' value='Spedisci' />
          </fieldset>
  </form>

Così com'è, il modulo funziona già. Però, se il visitatore lo compila e dimentica di scrivere il suo indirizzo email, Sar-At non lo accetta (perché noi gli abbiamo detto che la email è obbligatoria) e ripresenta il modulo bianco. I commenti già scritti dal visitatore sarebbero persuti: una bella seccatura, per lui.

Preoccupiamoci allora di inserire le istruzioni Sar-At per migliorare l'esperienza del nostro visitatore. Innanzitutto, inseriremo i segnaposto Sar-At in modo che quando il modulo si ripresenta (in caso di errore di compilazione) i commenti già inseriti non vengano persi. È molto semplice, dobbiamo solo fare un cambiamento in due righe:

  <label>Commento: <textarea name='commento'>{commento}</textarea></label><br />
  <label>La tua e-mail: <input type='text' name='email' value='{email}' /></label>

Il risultato è molto migliorato ma non è ancora perfetto. I pulsante radio verrebbero azzerati a ogni nuova riapparizione del modulo, così: