Sar-At e la concorrenza

Sar-At è una soluzione di content management system: una categoria relativamente nuova di software di cui esistono sul mercato decine se non centinaia di offerte. Alcune si esse vengono da case di fama mondiale (Microsoft Content Management Server e IBM Websphere Everywhere) e hanno costi ugualmente impressionanti. Microsoft CSM, per esempio, ha un prezzo di listino di 45.000 dollari per ogni processore della macchina ospitante, quindi tipicamente 90.000 dollari.

All'altro lato dello spettro esistono soluzioni distribuite gratuitamente con il metodo dell'open source. Una semplice visita sul sito Sourceforge ne dissotterrerà una dozzina.

Per politica aziendale, Accomazzi.net tiene costantemente sotto controllo il mercato per scoprire quali funzionalità vengono sviluppate per i CMS concorrenti più interessanti e duplica quelle funzionalità in Sar-At. Sono nati così, per esempio, l'aggiornamento istantaneo e lo staging che caratterizzano la versione corrente.

Il mercato è giovane ed estremamente frammentato; anche i software più diffusi hanno una quota di mercato percentualmente risibile. Non si tratta, comunque, di prodotti di case note, ma di soluzioni verticali come TeamSite o Vignette.

I CMS, intesi come categoria di software, sono una soluzione tecnicamente molto avanzata ma ancora poco adottata: si trovano con maggior frequenza sul mercato i siti di seconda generazione (con motore sviluppato ad hoc da uno o più programmatori) realizzati con linguaggi di programmazione puri (PHP, ASP, Perl e Java sono i più popolari) o sistemi di scripting (come ColdFusion). Man mano che i sistemi di CMS maturano e diventano più potenti e flessibili, questa alternativa diventa sempre meno interessante, perché un CMS moderno offre più funzionalità e codice rodato a un prezzo certamente più interessante rispetto a una soluzione che richiede molta manodopera specializzata per venire progettato, sviluppato e mantenuto.

Il punto debole dei CMS, come categoria di software, in questo momento storico, sta nella loro complicazione. Praticamente tutti i programmi di questo tipo richiedono molte settimane di tempo uomo per venire compresi da chi li dovrebbe adottare e utilizzare. La quasi totalità richiede l'approccio a un proprio linguaggio di scripting per realizzare le pagine mastro, reintroducendo così dalla finestra quella complessità di sviluppo che sarebbe dovuta uscire dalla porta quando si sono abbandonate le soluzioni di seconda generazione. La documentazione è generalmente scarna, trattandosi di prodotti d'elite.

Accomazzi.net con Sar-At vuole offrire un prodotto molto più maturo rispetto alla media dei concorrenti (Sar-At esiste dal 1997 ed è stato costantemente aggiornato e migliorato) e straordinariamente facile ad usarsi. La maggior parte degli amministratori lavora su Sar-At senza bisogno di corsi, dopo poche decine di minuti passate ad esplorare. Il nostro CMS è stato adottato da alcune decine di aziende ed è stato oggetto di numerosi corsi che hanno formato decine di web designer in grado di progettare e sviluppare soluzioni Sar-At senza rinunciare all'eleganza e alla navigabilità. Le funzionalità del Sar-At sono molto vaste rispetto alla media di categoria, ma sono state sviluppate senza rendere il prodotto una specie di dea Kalì ingestibile da chiunque tranne che dai suoi creatori.

È proprio quest'ultimo il difetto maggiore delle soluzioni open source, che ovviamente costituiscono la maggiore tentazione per i manager che prendono in considerazione Sar-At. Per quanto il prezzo di Sar-At sia modesto, non potrà mai battere il costo apparentemente zero del software open source. Sottolineiamo: apparentemente. Chi scrive software open source, e poi lo distribuisce illimitatamente, si guadagna da vivere con lucrose consulenze vendute alle aziende che intuiscono la potenza del mezzo ma non riescono a farlo funzionare da sole. Inevitabilmente, quindi, per un CMS open source la semplicità d'uso non è un obiettivo, come per Sar-At, ma una disgrazia da evitare.